Seguici sui social

Castello del Conte Cattani – Chiusi Della Verna

Il Castello di Chiusi è stato costruito prima dell’anno 1000, ne viene fatta menzione in privilegio dell’Imperatore Ottone I del 967, ma la data è incerta.

Nel documento si confermano al conte di Chiusi proprietà e diritti nelle corti di Sarna, Compito e Chitignano.

Il castello di Chiusi, per la sua posizione strategica e per la sua notevole altezza fu sempre molto temuto. Sorgeva in posizione elevata circondato da rocce che lo proteggevano da tre lati. Le mura perimetrali e la porta di accesso con arco a tutto sesto sono ancora in buono stato di conservazione. L’interno, più rovinato, presentava magazzini e stalle al piano terra, mentre al piano superiore alloggiavano la famiglia e i servitori.

Lo stato del castello risulta compromesso a causa del suo utilizzo come cava di materiale edile. Infatti il muro sud-ovest della vicina chiesa di Santa Maria degli Angeli fu realizzato con le pietre del castello nell’anno 1740, data scolpita in una bozza della terz’ultima fila. Le bozze della fortificazione furono impiegate anche per la costruzione di case e per le mura del cimitero.

Nonostante questo, il castello, continua ad esercitare un fascino senza tempo su chiunque si trovi ad ammirarne le spoglie.

La sua storia è legata alla famiglia dei Conti Catani o Cattani. Fra i personaggi più importanti abbiamo Orlando il quale donò, nel 1213, una parte dei suoi territori, compreso il monte della Verna a San Francesco.

Nel 1261 Guglielmo degli Ubertini, vescovo di Arezzo, dichiarò decaduti i Cattani e prese possesso del Castello. Nel 1324 castello e contea di Chiusi passarono al vescovo Guido Tarlati.

Cacciati i Tarlati dal Casentino su decisione del dal Comune di Arezzo, retto allora da un Consiglio di 60 cittadini.

Le lotte fra Arci guelfi e Ghibellini che interessarono il Comune di Arezzo alla fine portano nel 1384 alla presa di potere di un potente capitano di ventura Enguerran de Coucy che prese possesso anche del territorio di Chiusi. Tutti i territori vennero ceduti alla Repubblica Fiorentina.

Il castello di Chiusi venne ceduto ai Conti Guidi di Bagno di Romagna, alleati dei Fiorentini. Successivamente, nel 1404, poiché i Conti Guidi insieme agli Ubertini si erano alleati con i Milanesi contro Firenze, questa decise di riprendersi tutti i castelli.

Chiusi perse la sua autonomia e divenne sede di una podesteria. Dopo alcuni anni fu aggregata alla Podesteria di Chiusi anche quella di Caprese, con l’obbligo per il Podestà di risiedere alternativamente sei mesi nella rocca di Chiusi e sei mesi nel palazzo pretorio di Caprese. Nel 1474 era Podestà a Chiusi, per la Repubblica Fiorentina, Lodovico Buonarroti quando nacque suo figlio Michelangelo.

 

Per maggiori informazioni

www.prolocoverna.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.