Seguici sui social

Castello di Valenzano

La storia di Valenzano è legata a quella di Arezzo. Il castello di Valenzano, infatti, apparteneva ad un ramo della famiglia Ubertini, detti appunto da Valenzano, il cui antenato Griffolo (o Griffone) aveva fondato la perduta Badia di Selvamonda nel 999. Sono i parenti di Guglielmino degli Ubertini, vescovo e signore di Arezzo, che in Casentino possedeva già il castello di Chitignano.

Il castello di Valenzano formava insieme con i castelli di Belfiore, Bibbiano, Castelnuovo, Catenaia, Monte Giovi e Vogognano una vera e propria catena difensiva.

Purtroppo, di questi castelli (con la sola esclusione di Castelnuovo e Subbiano) si sono perse le tracce o rimangono solo pietre e ruderi.

Dopo la battaglia di Campaldino nel 1289, con cui i ghibellini aretini furono sconfitti dai i guelfi di Firenze, Valenzano subì il saccheggio e le violenze dei vincitori. Intorno al 1319 Valenzano, come altri castelli casentinesi, passa sotto il dominio dei Tarlati a cui si deve l’ampliamento del fortilizio con la costruzione della seconda torre. Nel 24 giugno del 1384, i Tarlati affidarono ai senesi i loro possedimenti, tra cui anche Valenzano.

Nel 1386 i signori da Valenzano con un atto pubblico si sottoposero con i loro castelli di Valenzano, Vogognano e Faltona e con le loro pertinenze alla Repubblica Fiorentina, ottenendo il 20 Maggio dello stesso anno le loro capitolazioni.

Dell’antico castello di Valenzano non rimane nessun riferimento murario: agli inizi del novecento un mecenate, ispirato dalla Viollet le Duc ed affascinato dalle mura del castello di Brolio, decise di costruirsi il castello dei suoi sogni in perfetto stile neogotico, come qualche anno prima aveva fatto Ludwig di Baviera con il castello di Neuschwanstein.

Al Castello si arriva attraverso il viale con vista sul bellissimo parco ornato di piante secolari. L’entrata è costituita da un caratteristico portale da cui si accede al chiostro interno. Questo racchiude la piccola chiesa di Santa Maria a Valenzano e il porticato.

La commistione di pietra e mattoni rossi, i merli pronunciati e gli archi a sesto acuto, trasmettono un fascino suggestivo riuscendo nell’intento di trasportare chi lo visita in un passato glorioso e lontano.

Oggi il castello ospita un ristorante e un albergo e, grazie all’atmosfera da fiaba in cui è possibile immergersi, è spesso location d’eccellenza per matrimoni e cerimonie; ma non solo, dal 1997 nei mesi di luglio e agosto ospita il Festival Musicale “Valenzano Symphony”, organizzato dal Comune di Subbiano

Per maggiori informazioni

www.castellodivalenzano.it

Loc.Valenzano, 97, 52010 Subbiano (Arezzo)

+39 0575 487294

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.